Abitudini efficaci degli operatori di successo: comprendere il valore atteso – Educazione Forex

Abitudini efficaci degli operatori di successo: comprendere il valore atteso


Il valore atteso (EV) o l’aspettativa è un concetto di trading molto importante che pochi trader comprendono e discutono attivamente come elemento del loro trading. Quindi cos’è l’EV e perché è così importante? EV è semplicemente il risultato medio su una serie di operazioni. Matematicamente, è la somma della probabilità di vincere / perdere in uno scambio moltiplicata per l’entità di quell’operazione di vincere / perdere.

Frequenza x magnitudine = valore atteso (EV)

La maggior parte delle persone non pensa in questi termini. Ad esempio, facciamo un gioco. Supponi di giocare a un gioco da casinò in cui paghi $ 2 per vincere $ 2 e le tue probabilità di vincita sono 99 su 100 (99%). Tuttavia, hai 1 su 100 possibilità di perdere $ 300. tu giochi? La risposta è no, perché l’aspettativa del gioco è di $ 1,02. Ciò significa che nel lungo periodo perderai in media $ 1,02.
Probabilità (frequenza) Risultato (magnitudine) Valore atteso
.99 + $ 2 + $ 1,98
.01 – $ 300 – $ 3,00
Valore atteso – $ 1,02

Vediamo un esempio di trading. Nell’esempio seguente, un trader sistematico esegue un ordine di acquisto basato su un determinato assetto tecnico nell’eMini S&P 500 (ad es. Quando la media mobile a 5 giorni (MA) supera e supera la MA a 20 giorni e il il prezzo è negoziato al di sopra del MA a 50 giorni). Per le dieci operazioni effettuate con questo sistema di accesso, il 40% delle volte guadagna in media 4,0 punti o $ 200. Ma il 60% delle volte perde in media 5,5 punti o $ 275.
40% di probabilità di vincita x negoziazione vincente è $ 200 = + $ 80
+
Probabilità del 60% di perdere x perdere commercio è $ 275 = – $ 165
Valore atteso – $ 85

Pertanto, nel tempo, sta attualmente utilizzando un sistema di accesso non redditizio in base al modo in cui lo sta utilizzando. In media, può aspettarsi di perdere $ 85 ogni volta che lo scambia. Per renderlo redditizio, dovrà armeggiare con esso. Forse dovrà modificare i parametri di rischio / rendimento, riducendo l’importo del rischio iniziale? Forse ha bisogno di aumentare i suoi profitti attraverso una diversa strategia di dimensionamento della posizione, ad es. aggiungendo alla posizione come va a suo favore? Il punto è che il trader può ora modificare il sistema e apportare modifiche.

Allora perché è così importante capire l’EV? Ricorda, EV è composto da due parti: frequenza e magnitudine. Credo che gli operatori medi si concentrino sulla frequenza. I trader di successo fanno il contrario e si concentrano sulla grandezza. Questa divergenza porta a una prospettiva significativamente diversa su come viene gestito il rischio.

I trader medi sono più preoccupati di avere quante più operazioni vincenti possibili. Mentre ogni trader vuole vincere il 100% delle operazioni che inserisce, è semplicemente irrealistico da raggiungere. Tuttavia, ciò non impedisce al trader medio di provare. Questa mentalità in genere porta a tecniche di gestione del rischio scadenti. I trader rimarranno in posizioni speranti nella speranza che tornino a livelli ancora peggiori, in media con la speranza di ridurre le perdite o essere redditizi.

Se sei in una posizione perdente, il mercato ti sta dicendo che la tua idea di trading è sbagliata. Tuttavia, i trader resistono o addirittura raddoppiano, indipendentemente da ciò che il mercato sta dicendo loro. Pensala in questo modo: supponiamo che ti venga posta una domanda vera o falsa come “Gli Stati Uniti dichiararono l’indipendenza nel 1776”. Rispondi a “Falso”. L’esaminatore afferma che la tua risposta è errata e ti pone la stessa domanda. Quindi rispondi “Falso!”

I trader di successo tendono ad essere molto più preoccupati dell’entità delle loro vincite e perdite piuttosto che di quante. Ad esempio, i trader di successo non hanno problemi a subire perdite piccole e gestibili perché comprendono che è sufficiente un buon trade per compensare tutte le piccole perdite e realizzare un potenziale profitto. I buoni commercianti comprendono che il mercato potrebbe non spostarsi mai più al punto di pareggio, quindi il meglio che possono fare è prendere una piccola perdita, prima che si trasformi in una grande perdita. Pertanto, i trader di successo tendono a tagliare rapidamente le operazioni in perdita poiché non amano avere perdite ingenti e lasciare correre le operazioni vincenti.

Diamo un’occhiata al trader 1 (sotto), un trader di eMini S&P che non apprezza pienamente il ruolo di EV nel suo trading. Pertanto, quando una posizione gli si oppone, invece di cercare di uscire da uno scambio, cerca i modi per tornare al “pareggio” o creare uno scambio redditizio. In questo caso, decide di aggiungere alla posizione o “medio-basso”. Molte volte, questa strategia funziona e riporta un trade perdente a pari o redditizio. Le transazioni 1-5 sembrano a posto. Ci sono cinque operazioni vincenti e una perdente che fa EV + $ 45 ($ 225/5). Tuttavia, Trade 6 è un perdente materiale poiché il trader segue la sua normale strategia di “sperare” che la posizione ritorni. Peggio ancora, il trader si aggiunge alla perdita di operazioni poiché frequentemente le operazioni tornano alla pari. Alla fine viene presa una perdita di $ 700. Il EV del loro trading scende istantaneamente da + $ 45 a – $ 79 mentre Trade 6 cancella tutti i profitti e poi alcuni. Il trader continua senza grossi problemi e termina dieci operazioni con un EV di – $ 45. Un trade ha influito negativamente su tutto il suo trading per questo periodo perché il trader non ha capito che al mercato non importasei “entrato” o dove è il tuo “punto di pareggio”.
Commerciante 1
Scambio 1 2 3 4 5 6
P / L + $ 100 + $ 50 + $ 50 – $ 75 + $ 100 – $ 700
Scambia 7 8 9 10 Totale EV
P / L + $ 50 – $ 50 + $ 50 – $ 25 – $ 450 – $ 45

Contrattiamo questo con Trader 2 (sotto), un altro trader di eMini S&P che è molto preoccupato per l’entità delle loro operazioni e EV. Le transazioni 1-8 sono abbastanza nominali. Non ci sono grandi perdite o guadagni e l’EV è di – $ 25 (- $ 200/8). Ogni volta che un trade va contro di lui, è fuori dal mercato in quanto hanno un piano prima che il trade sia posto e sperando che un trade ritorni non fa mai parte del piano. Quando un trade si muove a suo favore, viene utilizzata una gestione avversa al rischio e gli arresti vengono spostati in modo aggressivo. Su Trade 9, viene colpito un homerun. Il commercio si muove continuamente a suo favore e non torna mai al livello di stop. Il trader in realtà ha “aggiunto” la propria posizione mentre utilizzava il denaro del mercato. L’EV salta in modo significativo a + $ 200 (+ $ 1,800 / 9). Il trade 10 è un perdente nominale e l’EV complessivo per questi dieci trade è + $ 170.
Commerciante 2
Scambio 1 2 3 4 5 6
P / L – $ 100 + $ 200 – $ 50 – $ 50 0 + $ 200
Scambia 7 8 9 10 Totale EV
P / L – $ 200 – $ 200 + $ 2.000 – $ 100 + $ 1.700 + $ 170

Il commerciante 1 si pone costantemente in scarse situazioni di rischio / rendimento. Mentre la maggior parte delle volte scappa, ci vuole solo una grossa perdita per cancellare molti scambi redditizi. Questo è paragonabile al Trader 2 che è estremamente preoccupato per il rischio / rendimento e comprende che è fondamentale non subire grandi perdite e mettersi in situazioni in cui sono possibili grandi profitti. Pensala in questo modo, piccole perdite assicurano che non si verifichino grandi perdite.

Perché una così grande divergenza? Diamo un’occhiata alle caratteristiche tipiche tra i due trader:
Commerciante 1

Nessun rischio iniziale definito – Nessun piano chiaro su quando uscirà dalle operazioni in perdita va contro di lui, il che può portare a uscire dalle operazioni in perdita troppo tardi.
Nessun obiettivo iniziale definito – Nessun piano quando le cose vanno a suo favore, il che può portare a uscire dalle negoziazioni vincenti troppo presto.
Cattivo dimensionamento delle posizioni – Quando gli scambi vanno contro di lui, tende a “sedersi” in essi o “aggiungere dimensioni”. Quindi, finisce per correre più rischi di quanto dovrebbe. Una posizione corre semplicemente troppo contro di lui ed esce quando non riesce più a prenderla. Peggio ancora, le dimensioni vengono aggiunte e il suo rischio aumenta in modo significativo. Se il trade ritorna verso il pareggio o redditizio, la sua strategia viene convalidata. Tuttavia, non calcola le probabilità che la posizione vada ulteriormente contro di lui – prima o poi, verranno prese grosse perdite.
Scarsa strategia di gestione del rischio – Nessun movimento di arresti per proteggere al ribasso o al rialzo. Questi trader trasformano molti trade redditizi in trade perdenti.
La mentalità che devi vincere su ogni trade. Ovviamente, ogni trader vuole vincere il 100% delle proprie negoziazioni, tuttavia, arriva un momento in cui una mentalità di “ricerca del profitto” deve passare a una mentalità di “conservazione del capitale”. Coloro che non riescono ad adattarsi tra i due avranno problemi a essere un trader di successo.
Trading arbitrario e senza catalizzatore definito. Il commercio viene effettuato senza catalizzatore tecnico o fondamentale (evento, trigger, aspettativa, ecc.) Una volta che si verifica il catalizzatore, il commercio viene eseguito e il piano inizia. Dal momento che non esiste alcun piano una volta che lo scambio è stato effettuato, il trading si basa solitamente sull’emozione (ad esempio, sperando che accadano eventi).

Commerciante 2

Rischio iniziale definito – Un piano chiaro, prima che venga immesso il trade, quanto sarà preso il rischio iniziale.
Obiettivo iniziale definito: un piano chiaro, prima che venga immesso il trade, quando verranno presi potenziali profitti.
Una comprensione approfondita di come il dimensionamento della posizione influisce sul loro profitto / perdita: in genere non si aggiunge mai a un trade in perdita e sta attivamente cercando di tagliare il rischio quando le cose non pianificheranno. Quando un trade è redditizio, il trader sta pensando a come evitare che si trasformi in una posizione perdente e ha strategie di dimensionamento della posizione specifiche per massimizzare i guadagni. Ad esempio, un trader può aggiungere dimensioni quando viene preso un nuovo massimo orario / giornaliero in cerca di slancio. Detto questo, il trader comprende i rischi associati a una posizione più ampia.
Una solida strategia di gestione del rischio – Quando devono essere spostati gli stop (solo quando il commercio sta andando a nostro favore) e perché?
Una comprensione approfondita di quando essere “alla ricerca del profitto” rispetto a quando essere più interessato alla “conservazione del capitale”.
Negoziare con un catalizzatore definito. Il commercio viene effettuato utilizzando un catalizzatore tecnico o fondamentale (evento, trigger, aspettativa, ecc.) Una volta che il catalizzatore si verifica, il commercio viene eseguito e il piano inizia. L’uscita dal commercio è già stata determinata da una serie di regole o strategie di gestione del rischio.

Il trader 2 può ottenere questa visione solo conoscendo il valore di EV di ciascun trade e in che modo ciò influisce sulla loro performance complessiva. Pertanto, la loro gestione del rischio e il dimensionamento delle posizioni riflettono la loro comprensione del fatto che l’entità di una cattiva negoziazione può spazzare via il profitto di un’intera giornata, settimana o anno. Allo stesso modo, cerca di mettersi in situazioni in cui può beneficiare di un commercio che può fare il suo giorno, settimana o anno. I trader di successo comprendono il ruolodel valore atteso nel loro trading e tendo a me più preoccupato per l’entità di ogni trade piuttosto che per la frequenza di un trade vincente o perdente.

Recent Content

link to Trading su future su materie prime: tutte le negoziazioni sono operazioni a spread

Trading su future su materie prime: tutte le negoziazioni sono operazioni a spread

Ogni posizione che hai ricoperto in passato, attualmente detenuto o detenuto in futuro può essere vista come uno spread trade. Potresti dire a te stesso: “Negoggio solo oro, petrolio greggio o azioni, non negoziamo spread o non sono coinvolto in operazioni a coppie.” Ad esempio, quando acquisti petrolio greggio, sei a lungo un contratto futures […]
link to Copertura con future su materie prime: è tutto sulla gestione del rischio di prezzo!

Copertura con future su materie prime: è tutto sulla gestione del rischio di prezzo!

L’obiettivo della copertura è trasferire il rischio di prezzo da una parte all’altra. La copertura è stata utilizzata per centinaia di anni per aiutare i produttori e gli acquirenti a proteggersi dal rischio di prezzo. Grazie alla copertura, i produttori e gli utenti possono impostare i prezzi che riceveranno o pagheranno in un intervallo approssimativamente […]