Abitudini efficaci dei trader di successo: perché negoziare? – Educazione Forex

Abitudini efficaci dei trader di successo: perché negoziare?


Perché faccio trading? È una domanda semplice, ma la stragrande maggioranza degli operatori non ha delineato il motivo per cui commerciano. Quanto tempo hai passato a pensarci? Hai mai scritto perché fai trading? In caso contrario, come fai a sapere quali sono le tue vere motivazioni? Hai risolto i tuoi obiettivi? Queste sono domande di fondamentale importanza a cui devi rispondere per iniziare a utilizzare efficaci abitudini commerciali.

Il viaggio inizia esaminando i motivi per cui scambi e quali sono i tuoi obiettivi. Fai trading per guadagnare? Fai trading per la sfida? Sei annoiato e vuoi passare il tempo? Cerchi l’adrenalina dell’ignoto? Vuoi trascorrere del tempo da solo? Ci sono molte ragioni per cui le persone affrontano la sfida del trading e le tue motivazioni ti aiuteranno a determinare come farai trading. Formeranno le tue abitudini e detteranno quale tipo di operatore devi diventare per raggiungere gli obiettivi che hai.
Perché i programmi di trading falliscono

La stragrande maggioranza dei “programmi di trading” cerca di insegnarti un metodo o un sistema come se si adattasse alla personalità e agli obiettivi di ogni operatore. Questo approccio in scatola ha indietro. Devi determinare chi sei e i tuoi obiettivi per avere uno stile adatto a te, non uno stile che viene insegnato come “il sistema d’oro”. Poiché i programmi e le metodologie spesso non sono abbinati al singolo operatore, quest’ultimo apre un conto, perde denaro e quindi incolpa il sistema o il programma che ha appreso.

Come broker, ho innumerevoli conversazioni con i trader che “cercano una nuova strategia” o “vedono cos’altro c’è”. Tuttavia, raramente sento i trader discutere che stanno lavorando per capire se stessi come un trader. Il trading è un’estensione di chi sei e di come vedi i mercati. Se sei molto avverso al rischio, dovrai sviluppare uno stile in cui puoi rischiare piccole quantità di capitale pur mantenendo i tuoi obiettivi di profitto. Se vuoi correre rischi perché ti piace giocare d’azzardo, avrai strategie con rapporti di leva più alti e rischio aperto durante le negoziazioni. Se preferisci fare scommesse a lungo termine e costruire posizioni di grandi dimensioni, la tua gestione del rischio sarà significativamente diversa rispetto a un day-trader che cerca di raccogliere diversi punti su ogni operazione. Riconoscere chi sei come trader ti aiuta a determinare come svilupperai la tua strategia e le tecniche di gestione del rischio.
Comprendi le tue motivazioni e come influenzano il tuo trading

Comprendendo le tue motivazioni, identificherai immediatamente perché prendi molte delle decisioni di trading che prendi. Ad esempio, se devi avere posizioni, significa che stai commerciando per il brivido di esso, l’adrenalina. La radice di questa motivazione al commercio non ha nulla a che fare con i mercati: i mercati offrono semplicemente uno sbocco per raggiungere la scarica di adrenalina. Ecco un altro esempio, se fai trading abbastanza bene ma diventi impaziente e scendi in fasi in cui assumi più contratti di quanto faresti normalmente, questo potrebbe significare che stai cercando di guadagnare rapidamente, il che non è mai una buona strategia di trading.

Se non sei in grado di riconoscere i tuoi veri obiettivi di trading, è estremamente difficile raggiungerli! Significa che probabilmente sei in grado di prendere decisioni che, a posteriori, sono molto sciocche. A volte sento i trader dire: “Non so proprio cosa mi ha preso” o “Non stavo proprio pensando”. Credo che ciò che stanno davvero cercando di dire sia: “come ho lasciato che accadesse? Non sapevo nemmeno di essere in grado di farlo. “Non sapevano di esserlo perché non sanno cosa li stia davvero motivando.

Il trading ti sfiderà a prendere decisioni ad alta pressione mentre sei sotto stress. Il tuo corpo reagirà istintivamente lasciando scorrere il sangue dal tuo cervello al tuo corpo poiché pensa che sia una risposta di “lotta o fuga”. Ciò riduce il flusso di sangue al cervello, rendendo più difficile elaborare le informazioni e pensare in modo chiaro. Come tale, devi capire bene te stesso in modo da non lasciare che lo stress di una situazione influisca sulla tua capacità di pensare chiaramente – sai perché fai trading e hai un piano in atto. Questo è il livello raggiunto dai trader di successo.
La differenza tra commercianti di successo e commercianti senza successo

Contrastiamo le ragioni per fare trading da trader senza successo e di successo. Quando chiedo al commerciante medio perché lo fanno, sento quasi immediatamente e travolgente sentire “per i soldi ovviamente!” In genere sento un’aria di licenziamento poiché sono quasi scioccati che ho chiesto. Credono che questo non sia solo il motivo più importante per il trading, credono che sia l’unico motivo!

Quello che stai per leggere potrebbe scioccare alcuni di voi, ma eccolo qui: se fai trading solo per fare soldi, stai assicurando la tua morte. Come può essere vero? Credo che questo perché la maggior parte delle persone che cercano solo di “fare soldi” hanno un senso distorto della realtà nei mercati. È così assolutamente importante fare soldi e non avere mai perdite per loro, che sviluppano terribili abitudini che li portano a molti perdenti. L’esempio più comune (e qualcosa che fanno troppi trader medi) è inserire una posizione e vedere cosa succede. Molte volte, il commercio inizierà a perdere denaro. Quindi cosa fanno? Si siedono e attendono che la posizione “ritorni”. La loro idea commerciale iniziale si trasforma da un’impresa di guadagno in un luogo in cui sperano che ritorni abbastanza per almeno raggiungere il pareggio. Sono così sopraffatti dal vedere un numero negativo (rosso) che rinuncia a controllarlo. A volte il commercio ritorna e il loro processo di “attesa e speranza” viene convalidato. Questo non fa che peggiorare la situazione in quanto diventa un’abitudine. Cioè, fino a quando il commercio non ritorna. Quando il trade non ritorna, le perdite aumentano e le richieste di margine sono soddisfatte. Un trade una volta medio sta terrorizzando il tuo account. Sei paralizzato dal fatto che il commercio ti sta travolgendo. Infine, la posizione viene liquidata per una perdita enorme.

I trader di successo comprendono che ci sono momenti in cui ha senso uscire da una posizione in perdita per preservare il capitale. Non sono attaccati alla loro posizione perché capiscono che stanno semplicemente usando uno strumento finanziario per raggiungere i loro obiettivi.

Esistono diverse varianti allo scenario sopra. Ad esempio, i trader si aggiungono alla loro posizione “mediamente in calo”. Ancora una volta, sembrano brillanti quando il commercio ritorna. Ma l’unica volta che non succede (e il giorno prima o poi arriva sempre), si subiscono enormi perdite. Il commerciante leggendario Paul Tudor Jones lo ha detto meglio, “Losers Average Losers”. Un altro esempio sono i day-trader che fanno trading indiscriminatamente per nessun motivo se non quello di “cercare di fare soldi”. Lo sento spesso, “Voglio solo fare $ X al giorno facendo questo”. Se questo è il motivo per cui fai trading, ti consiglio vivamente di fermarti, chiudere il tuo account e non guardare mai indietro.

Alla base, la maggior parte dei trader medi associa il trading di successo a non accettare mai trade perdenti. Avendo parametri di rischio specifici prima di effettuare uno scambio e riconoscendo che è necessario intraprendere operazioni in perdita per raggiungere i tuoi obiettivi (qualunque essi siano), gestisci il tuo rischio in modo più efficace.

Stai cominciando a vedere come il trading “per fare soldi” non ha necessariamente più senso? Questo processo ti porta a prendere decisioni sbagliate e a formare abitudini che creeranno miseria nei mercati. Quindi, devi iniziare a pensare, perché faccio trading? Si tratta solo di soldi? In tal caso, quali tipi di decisioni sono in grado di prendere? Perché altrimenti lo sto facendo? Mi piace apprendere e acquisire esperienza nei mercati? Farei questa attività se non ci fosse un potenziale profitto da essa?

Come si confronta con i trader di successo? In genere, i trader di maggior successo possiedono “consapevolezza di sé” e hanno una conoscenza approfondita di se stessi e del perché commerciano. In genere sento che i trader di successo discutono del loro trading in termini di:

La sfida: il trading è difficile e richiede una significativa attenzione ai dettagli. Questo dettaglio è sia interno (la mia psicologia) che esteriore (i mercati). Mentre capisco che il mercato è progettato per ingannarmi e frustrarmi, mi dà uno scenario da costruire e scommettere sulle variazioni di prezzo.
Il divertimento: non riesco proprio a pensare a un modo migliore di passare il tempo a seguire e pensare ai mercati. È un paesaggio in continua evoluzione ed evoluzione che mi obbliga ad adattarmi continuamente.
Il gioco: il trading è un gioco tridimensionale e di vita reale che si traduce in conseguenze finanziarie nella vita reale.
La libertà: il trading mi dà la possibilità di esercitare una serie illimitata di idee. Adoro la libertà che mi viene data nel mio mondo commerciale. Scambio quando voglio e come voglio. Se non è divertente, mi allontano semplicemente dai mercati perché so che saranno lì quando deciderò di tornare.
L’auto-responsabilità: il trading mi dà un posto in cui io e io soli siamo responsabili dei miei risultati di trading. Sono orgoglioso di come mi comporto e non incolpo gli altri per le mie disgrazie finanziarie.
La competizione: il trading sono io contro il mercato, un insieme di tutti i personaggi di ogni angolo della terra. Competo contro gestori di hedge fund, commercianti proprietari professionisti, agricoltori e dilettanti come architetti, medici, MBA, atleti e studenti.
I soldi: se sto giocando come dovrei, la mia ricompensa sono i soldi. Mentre potrei aver iniziato a fare trading “puramente per i soldi”, si è evoluto in qualcosa di più. Posso fare trading a tempo pieno o integrare il mio reddito con il trading.

Ci sono molte ragioni per fare trading – alcune costruttive, altre no. Alla fine della giornata, si tratta di capire te stesso e le tue motivazioni. Consiglio vivamente di prenderti del tempo per scrivere effettivamente i motivi del tuo trading e rivederli spesso. Quando lo farai, ti ritroverai a prendere decisioni più chiare e più intelligenti poiché hai sviluppato una “consapevolezza” di te stesso e del perché partecipi ai mercati. Col passare del tempo, i tuoi motivi possono cambiare, quindi è importante tenerlo aggiornato. Prendere tempo per completare questo esercizio è l’inizio per capire meglio te stesso come un commerciante. Credo che troverai il trading più piacevole in quanto hai delineato perché lo fai e cosa vuoit di esso.

Recent Content

link to 6 Suggerimenti non comuni per la gestione dei rischi per il trading di futures

6 Suggerimenti non comuni per la gestione dei rischi per il trading di futures

In questo articolo, discuterò di sei metodi di gestione del rischio che gli investitori potrebbero normalmente non prendere in considerazione, ma dovrebbero esercitarsi attivamente durante le negoziazioni nel mercato dei futures. La corretta gestione del proprio rischio potrebbe non trarre profitti abbondanti in sé e per sé, ma nella mia esperienza, assicura che il vostro […]