Bitcoin: merce o valuta? – Educazione Forex

Bitcoin: merce o valuta?


L’ascensione del Bitcoin nel mainstream finanziario ha portato alla ribalta una nuova classe di attività nota come criptovaluta. Funzionando come forme esclusivamente digitali di denaro, le criptovalute facilitano sia il commercio che il commercio attraverso l’implementazione della tecnologia blockchain avanzata. Questa versatilità promuove visioni diverse relative alla loro classificazione come merce o valuta.

Come punto di riferimento globale per le criptovalute, Bitcoin ha attirato l’attenzione delle autorità finanziarie di tutto il mondo. Citando preoccupazioni per la sicurezza e il suo ruolo nell’impresa illegale, Bitcoin è stato messo al bando da diverse nazioni in via di sviluppo, oltre a essere stato messo sotto tiro in Russia e Cina.

È una domanda complessa, e una con pochissimo precedente, ma Bitcoin è una merce o una valuta? La verità è che un caso può essere fatto per entrambe le designazioni, ma la risposta ufficiale dipende in gran parte dalla posizione geografica e dall’influenza politica.
La valuta Bitcoin

Come qualsiasi forma di denaro, Bitcoin può essere prontamente scambiato con beni e servizi. È accettato in tutto il mondo come modalità di pagamento praticabile. Guidati dai monoliti Overstock.com, DISH Network e Microsoft, la crescente popolarità di Bitcoin tra i commercianti è alimentata da numerosi vantaggi unici:

Bassi costi di transazione: senza intermediari necessari per facilitare le transazioni, le commissioni sono minime.
Sicurezza: la tecnologia Blockchain garantisce l’integrità dei trasferimenti.
Velocità: Bitcoin è una forma semplificata di pagamento diretto peer-to-peer.

Oltre ad essere accettato come modalità di scambio, Bitcoin ha poco in comune con il denaro tradizionale. In realtà, manca diversi attributi primari delle valute legali convenzionali:

Monete o banconote: a parte una riga di codice informatico, Bitcoin non offre presenza fisica.
Banca centrale: Bitcoin esiste nell’ambiente online, quindi non è sotto il controllo di un’autorità bancaria centrale.
Supporto governativo: nessun governo riconosce o garantisce ufficialmente il valore di Bitcoin.
Offerta illimitata: a differenza delle valute legali, Bitcoin ha una fornitura limitata di 21 milioni. Il nuovo Bitcoin non può essere stampato nella direzione di un’autorità bancaria centrale; solo i minatori di Bitcoin possono aggiungere fornitura alla circolazione.

Bitcoin non è approvato da nessun paese o comune come valuta corretta. A tale proposito, si tratta di un articolo per il baratto anziché per corso legale. Senza il supporto ufficiale di un governo o giurisdizione, i depositi o l’accettazione di Bitcoin non sono garantiti.

Scopri di più sulle opzioni di futures su Bitcoin qui.
La merce Bitcoin

Una merce è definita come un bene di base utilizzato nel commercio. Prodotti alimentari, bestiame, metalli ed energie sono esempi di merci. Nel corso della storia umana, le materie prime hanno svolto un ruolo fondamentale nel commercio. Sale, petrolio e oro sono oggetti che hanno stimolato il commercio internazionale per centinaia di anni.

Forse l’illustrazione più istruttiva della somiglianza di Bitcoin con le materie prime è l’analogia dell’oro. Se visti come un asset duro, Bitcoin e oro hanno diversi elementi chiave in comune:

Scarsità: nuove quantità di oro o Bitcoin non si aggiungono facilmente alle forniture esistenti, garantendo la loro scarsità.
Offerta finita: mentre l’offerta dell’oro è considerata finita, Bitcoin è un massimo assoluto di 21 milioni.
Valore intrinseco: sia l’oro che i Bitcoin hanno valore, il che li rende asset oltre che mezzi di scambio fattibili.

Rispetto all’oro, Bitcoin mostra molti degli attributi comuni delle materie prime tradizionali. Queste somiglianze hanno dato origine al lancio ufficiale degli scambi di futures su Bitcoin. Nel tempo, il commercio di prodotti derivati ​​Bitcoin potrebbe assomigliare a quello delle classi di attività tradizionali basate su materie prime.
Trading Bitcoin

La natura del Bitcoin può rendere difficile la definizione in termini assoluti. Tuttavia, nel settembre 2015, la Commissione commerciale futures sulle materie prime degli Stati Uniti (CFTC) ha eliminato le congetture che designano ufficialmente Bitcoin come merce. La sentenza della CFTC ha posto le basi per il trading di futures Bitcoin standardizzati sul CME (ticker BTC) e Cboe (ticker XBT).

Recent Content

link to 6 Suggerimenti non comuni per la gestione dei rischi per il trading di futures

6 Suggerimenti non comuni per la gestione dei rischi per il trading di futures

In questo articolo, discuterò di sei metodi di gestione del rischio che gli investitori potrebbero normalmente non prendere in considerazione, ma dovrebbero esercitarsi attivamente durante le negoziazioni nel mercato dei futures. La corretta gestione del proprio rischio potrebbe non trarre profitti abbondanti in sé e per sé, ma nella mia esperienza, assicura che il vostro […]