Media del costo del dollaro: Jim Cramer contro Dennis Gartman – Educazione Forex

Media del costo del dollaro: Jim Cramer contro Dennis Gartman


Jim Cramer contro Dennis Gartman

Due dei miei commentatori finanziari preferiti sono Dennis Gartman e Jim Cramer. Di ‘quello che vuoi su di loro (e ho letto le critiche su entrambi), ma sono commercianti di tutto rispetto e di successo da cui tutti possono imparare. Un problema che ho visto nei blog e nelle bacheche è che ci sono posizioni sulla “riduzione media” o “sull’aggiunta a posizioni perdenti”. Mentre il loro approccio a questo problema differisce, penso che alla fine stiano facendo la stessa cosa, ma semplicemente con diversi stili di trading.
“Mai aggiungere a una posizione perdente” – Dennis Gartman

Dennis Gartman crede fermamente nel “non aggiungere mai una posizione perdente”. Dennis Gartman proviene da un background commerciale di futures su materie prime, e questo ha perfettamente senso. Se vuole ottenere oro lungo a $ 1400, allora sarà a lungo un contratto future sull’oro $ 140.000 ($ 1400 / oz X 100oz = $ 140.000 Gold). Quando entra in una posizione, o quel contratto manterrà quei livelli di supporto e inizierà a salire, o vorrà uscire. Potrebbe entrare a causa di analisi tecniche o fondamentali e, se ha ragione, vuole che il mercato glielo dica. Se si sbaglia, è felice di uscire con una piccola perdita, che potrebbe essere una rottura sotto le linee di supporto più vicine.

Ha senso scambiare in questo modo in futures su materie prime a causa della leva finanziaria utilizzata. Quando fai trading su margine e leva, i guadagni (e le perdite) possono accumularsi rapidamente. Inoltre non puoi acquistare oro $ 25K alla volta; devi impegnarti per l’intero valore del contratto future su materie prime. Per Gartman, $ 140.000 di oro è l’importo minimo da giocare ed è qui che inizierà.
Il metodo Jim Cramer

Jim Cramer è principalmente un trader di azioni e tende ad acquistare le sue posizioni in 4 o 5 operazioni. È più facile farlo in azioni perché una quota è in genere inferiore a $ 100. Diciamo che Jim Cramer voleva avere una posizione iniziale di $ 140.000 in Ford quando è scambiato a $ 14,00 / share. Sono 10.000 azioni della Ford. Per quel tipo di dimensioni, molto probabilmente dovrai dividerlo in 4 ordini di 2.500 azioni. Inoltre, Jim Cramer è un esperto fondamentale e potrebbe avere una fascia di prezzo per Ford tra 13,50 e 14,50. Potrebbe acquistare le sue prime 2.500 azioni a $ 14,00 e aspettare di vedere cosa succede. Se scende a 13,75, comprerà 5.000 azioni, quindi raccoglierà le ultime 2.500 alla prossima interruzione o se ritorna alle 14.00.

Ora, se lo stock si rompe al di sotto di $ 12,50, potrebbe essere pronto a uscire e prendere una perdita se pensa che sia un cattivo commercio. Una cosa che non credo che Jim Cramer stia facendo è “fare una media” a un perdente. Penso che abbia un’opinione molto forte su dove dovrebbe essere fondamentalmente il mercato e sa che il mercato può andare su e giù sulla base di notizie ed eventi estranei al titolo che sta acquistando. Questo motivo, combinato con la dimensione dei suoi acquisti, probabilmente gli rende più efficiente acquistare le sue posizioni in più operazioni.

La cosa più importante da notare è che Cramer non si trova in una posizione completa e quindi acquista un dollaro in meno e raddoppia. Si impegna nella dimensione che desidera in termini di azioni e lavora per alcuni giorni. Se perde troppo valore, esce. Comprerà anche di più man mano che il prezzo va a suo favore, una tecnica che impiega anche Dennis Gartman.

La confusione che vedo nei blog e nei forum è che Jim Cramer sta facendo una media dei perdenti. Tuttavia, ciò che Cramer sta realmente facendo è definire una posizione completa e quindi acquistare quella posizione in 4 o 5 parti uguali. La media del costo del dollaro esiste perché interrompe i suoi acquisti per la posizione iniziale, non perché sta raddoppiando a causa del mercato che gli sta andando contro.
Cramer & Gartman Risk Management

Dennis Gartman e Jim Cramer possono avere diversi stili di trading, ma la loro gestione del rischio è la stessa. Prendono piccole perdite. Se qualcosa non funziona, se ne liberano. Non buttano soldi buoni dopo male. Dennis Gartman, essendo così coinvolto nei futures, è probabilmente il più avverso al rischio dei due, e ciò è probabilmente dovuto alla leva finanziaria utilizzata nei futures rispetto ai titoli azionari.

Alla fine, non importa quale metodo utilizzi, a condizione che tu abbia un piano di gestione del rischio per limitare le dimensioni delle tue operazioni in perdita. Sia Jim Cramer che Dennis Gartman riconoscono l’importanza di questa pratica commerciale e fanno del loro meglio per seguire le proprie regole. I trader devono trovare uno stile di gestione del rischio che si adatti ai loro stili di trading e di investimento, proprio come hanno fatto Cramer e Gartman. Se vuoi essere un trader di successo, assicurati di conoscere sempre la dimensione della posizione che desideri e il rischio che sei disposto a correre prima di iniziare la negoziazione.

Recent Content

link to 6 Suggerimenti non comuni per la gestione dei rischi per il trading di futures

6 Suggerimenti non comuni per la gestione dei rischi per il trading di futures

In questo articolo, discuterò di sei metodi di gestione del rischio che gli investitori potrebbero normalmente non prendere in considerazione, ma dovrebbero esercitarsi attivamente durante le negoziazioni nel mercato dei futures. La corretta gestione del proprio rischio potrebbe non trarre profitti abbondanti in sé e per sé, ma nella mia esperienza, assicura che il vostro […]