Media mobile esponenziale – Educazione Forex

Media mobile esponenziale


La media mobile esponenziale conferisce ai prezzi recenti una ponderazione uguale a quelli storici. Il calcolo non si riferisce a un periodo fisso, ma tiene conto di tutte le serie di dati disponibili. Ciò si ottiene sottraendo la media mobile esponenziale di ieri dal prezzo di oggi. Aggiungendo questo risultato alla media mobile esponenziale di ieri, si ottiene la media mobile di oggi. Si noti che l’EMA iniziale si basa su una media mobile semplice.
Proprietà

Periodo. Il numero di barre in un grafico. Se il grafico mostra i dati giornalieri, allora il periodo indica giorni; nei grafici settimanali, il periodo rimarrà per settimane e così via. L’applicazione utilizza un valore predefinito di 9.

Aspetto: il campo Simbolo su cui verrà calcolato lo studio. Il campo è impostato su “Predefinito”, che, quando si visualizza un grafico per un simbolo specifico, è uguale a “Chiudi”.
Interpretazione

Una media mobile esponenziale è un altro tipo di media mobile. In una media mobile semplice, i dati di prezzo hanno un peso uguale nel calcolo della media. Inoltre, in una media mobile semplice, i dati di prezzo meno recenti vengono rimossi dalla media mobile quando viene aggiunto un nuovo prezzo al calcolo. La media mobile esponenziale assegna un peso ai dati del prezzo quando viene calcolata la media. Pertanto, i dati sui prezzi meno recenti nella media mobile esponenziale non vengono mai rimossi, ma hanno solo un impatto minimo sulla media mobile.

L’uso principale di questo studio è la sua funzione di livellamento. In questo modo, la media mobile rimuove le fluttuazioni a breve termine e parte per visualizzare la tendenza prevalente.

La media mobile esponenziale può essere utilizzata come sistema crossover. Per un sistema crossover, è possibile inserire tre diverse medie mobili esponenziali. In genere, le lunghezze per queste medie mobili sono brevi, intermedie e di lungo termine. Un sistema comunemente usato è 4, 9 e 18 intervalli o periodi. Un intervallo può essere in zecche, minuti, giorni, settimane o mesi; è una funzione del tipo di grafico.

Le medie mobili funzionano meglio nei mercati di tendenza. Un segnale di acquisto si verifica quando le medie a breve e medio termine passano da sotto a sopra la media a lungo termine. Al contrario, viene emesso un segnale di vendita quando le medie a breve e intermedio attraversano da sopra a sotto la media a più lungo termine. Puoi utilizzare gli stessi segnali con due medie mobili, ma la maggior parte dei tecnici di mercato suggerisce di utilizzare medie a più lungo termine quando negozia solo due medie mobili esponenziali in un sistema crossover.

Un altro approccio commerciale è quello di utilizzare l’attuale concetto di prezzo. Se il prezzo corrente è superiore alle medie mobili esponenziali, si acquista. Liquidare quella posizione quando il prezzo corrente supera la media mobile. Per una posizione corta, vendi quando il prezzo attuale è inferiore alla media mobile esponenziale. Liquidare quella posizione quando il prezzo attuale sale al di sopra delle medie mobili esponenziali.

Quando si utilizzano le medie mobili esponenziali, non confonderle con le medie mobili semplici. Una media mobile esponenziale si comporta in modo abbastanza diverso da una media mobile semplice. È una funzione del fattore di ponderazione o della lunghezza della media.
Letteratura

Murphy, John J. Analisi tecnica dei mercati dei futures. New York Institute of Finance. Englewood Cliffs, NJ. 1986.

Wilder, J. Welles. Nuovi concetti nei sistemi tecnici di trading. Greensboro, NC: Trend Research, 1978.

Kaufman, P. J. Analisi tecnica in materie prime.

Kaufman, Perry J. Il nuovo sistema e metodi di negoziazione delle materie prime. 1987.

Murphy, John J. The Visual Investor. New York, NY: John Wiley & Sons, Inc. 1996.

Maxwell, J. R. Commodity Futures Trading con medie mobili. 1976.

Colby, Robert F., Myers, Thomas A. L’Enciclopedia degli indicatori tecnici di mercato. Dow Jones – Irwin. Homewood, IL. 1988.

Pring, Martin J. Spiegazione dell’analisi tecnica.

Lebeau, Charles e Lucas, David. Guida del commerciante tecnico all’analisi computerizzata del mercato dei futures. Homewood, Illinois: Business One Irwin. 1991.

Recent Content

link to 6 Suggerimenti non comuni per la gestione dei rischi per il trading di futures

6 Suggerimenti non comuni per la gestione dei rischi per il trading di futures

In questo articolo, discuterò di sei metodi di gestione del rischio che gli investitori potrebbero normalmente non prendere in considerazione, ma dovrebbero esercitarsi attivamente durante le negoziazioni nel mercato dei futures. La corretta gestione del proprio rischio potrebbe non trarre profitti abbondanti in sé e per sé, ma nella mia esperienza, assicura che il vostro […]