Negoziazione di mercati volatili – Educazione Forex

Negoziazione di mercati volatili


La negoziazione in mercati volatili offre opportunità straordinarie ma comporta anche maggiori rischi. Per i trader più aggressivi, i mercati volatili possono portare a perdite maggiori del normale, ma possono anche offrire rare opportunità che possono essere altamente vantaggiose per il tuo conto di trading. Se hai intenzione di fare trading in mercati volatili, o se hai posizioni e i mercati diventano volatili, devi sapere come riconoscere i segnali di avvertimento e attraversare la tempesta. Devi essere in grado di gestire il rischio se vuoi trarre vantaggio da sostanziali variazioni di prezzo.
1) I margini sono linee guida inadeguate nei mercati volatili

Quando un mercato è instabile, la prima cosa da fare è assicurarsi che i requisiti di margine siano maggiori rispetto agli intervalli giornalieri sul mercato. Ad esempio, quando l’argento veniva scambiato da $ 20 a $ 50, le società di cambio e di compensazione non aumentavano i margini. Chiunque abbia scambiato argento sa che può scambiare il 10% nei giorni peggiori. A mio avviso, i margini dovrebbero essere almeno un giorno di intervallo di negoziazione per qualsiasi contratto. Quando l’argento è scambiato a $ 15 e $ 20, i giorni di down down più grandi vanno da $ 1,50 a $ 2,00. Il margine per l’argento sarebbe di circa $ 10.000 ($ 2,00 nel contratto di grandi dimensioni). Questo era appropriato per il contratto.

Guardando indietro, c’era un grande segnale di avvertimento che il mercato dell’argento poteva diventare un mercato instabile. La bandiera rossa era rappresentata dagli scambi e dalle società di compensazione che non aumentavano i margini poiché l’argento veniva scambiato a $ 30 e quindi a $ 40. Poiché il mercato è salito più in alto, la gamma di scambi giornalieri è stata più elevata. Margins è rimasto lo stesso. Ciò significava che era possibile che troppi trader fossero sul mercato senza abbastanza capitale, che è sempre una ricetta per la volatilità.

Se stai negoziando un mercato rialzista o ribassista, devi utilizzare le possibili gamme di trading giornaliere come linee guida per il capitale. Gli scambi e le società di compensazione sono lenti ad agire. Raramente sono in anticipo rispetto alla curva per problemi di margine e di solito vengono colti alla sprovvista e devono aumentare i margini dopo che il danno è stato fatto.

Comprendendo che hai bisogno di più capitale a disposizione per negoziare margini volatili, avrai più potere di resistenza rispetto al commerciante medio. Il trader che utilizza il margine come linea guida non sarà in grado di rimanere in posizione. Un trader che comprende che i mercati volatili possono avere range di negoziazione più elevati rispetto al margine di cambio dovrebbe essere in grado di superare meglio la tempesta.
2) De-leva quando i mercati diventano volatili

Quando i mercati sono volatili, non è il momento di raddoppiare. Se stai negoziando due contratti, è il momento di indebolire e scambiare solo uno. Se stai negoziando un contratto standard, potrebbe essere il momento di cambiare marcia e scambiare i mini contratti per un po ‘.

Quando i mercati diventano volatili, non significa che devi interrompere la negoziazione. La tua opinione sui mercati può ancora essere corretta, ma fattori esterni possono essere un problema. Ad esempio, il dollaro USA, le nazioni europee che necessitano di salvataggi, guerre in Medio Oriente, il disastro naturale in Giappone, possono influenzare tutti i mercati. Secondo me, quello che devi fare è correre meno rischi durante questi periodi. L’unico modo per raggiungere davvero questo obiettivo è di indebolire. Il modo migliore per farlo è ridurre le dimensioni della tua posizione in modo da poter rimanere nel gioco.
3) Gli spread possono aiutare a ridurre la volatilità

Un modo possibile per proteggersi dalla volatilità è negoziare gli spread sui futures. Supponiamo che un commerciante abbia una lunga posizione nel mais nel dicembre 2011. I mercati del grano e delle materie prime iniziano a diventare volatili a causa del rally del dollaro USA perché ci sono nuove preoccupazioni sull’euro e sui suoi paesi membri che inadempiono al loro debito. Il dollaro impennato danneggerà la lunga posizione di Dec Corn del trader.

Supponiamo che il trader sia molto fiducioso sul mais, capisca che il mercato potrebbe scendere a breve termine e vuole rimanere nella sua posizione a medio e lungo termine. Usando la metodologia di diffusione, il commerciante avrebbe quindi messo in cortocircuito un mese diverso nel mais per tentare di proteggersi. In questo caso, il commerciante molto probabilmente verrebbe a corto di mais nel luglio 2011 o nel dicembre 2012. In ogni caso, il trader può ora cavalcare meglio la tempesta fino a quando non passa la volatilità. Una volta che il trader è di nuovo sicuro che il mais inizierà a muoversi più in alto, solleverà semplicemente la coscia di mais corta dello spread e lascerà la posizione del mais lungo dicembre 2011.

La cosa bella di questa opzione è che il margine che il trader stava usando per un lungo contratto di mais (oltre $ 2000) è ora di circa $ 500 per lo spread. Non solo il commerciante sta potenzialmente riducendo il rischio, ma sta anche riducendo i requisiti di margine. Il commerciante non deve trovare più capitale per abbreviare un contratto aggiuntivo. Poiché, in media, gli spread sui futures riducono il rischio rispetto alle posizioni definitive, gli scambi lo riconoscono e richiedono un margine inferiore.
4) Le opzioni offrono protezione su posizioni future esistenti

Esistono due modi per utilizzare le opzioni in mercati volatili.

Per quei futures di trading, puoi utilizzare le opzioni per proteggerti dalla volatilità a breve termine. Supponiamo che tu sia il lungo mais di dicembre e pensi che il mercato potrebbe vendere da 20 a30 centesimi prima di ottenere un dollaro intero. Il trader può mantenere la posizione del mais e anche comprare un put di dicembre. Se il mercato vende davvero dai 20 ai 30 centesimi, il trader può liquidare l’opzione per un profitto e quindi tenere il mais mentre cerca il fondo a venire e l’inizio del rally.

Il secondo modo di utilizzare le opzioni è di non negoziare futures durante i periodi di volatilità e semplicemente utilizzare gli spread di opzioni. Supponiamo che tu sia dicembre mais rialzista, pensi che i mercati saranno volatili, ma vuoi una posizione rialzista. Utilizzando uno spread di call bull nel dicembre Corn, il trader ha un rischio e una ricompensa definiti e la volatilità a breve termine non dovrebbe cambiare il valore dello spread quasi quanto un contratto futures o essere solo una lunga opzione call.
5) Riepilogo

Quando i mercati diventano volatili, gli operatori devono avere più capitale per le loro posizioni. Maggiori intervalli di trading giornalieri indicano che gli operatori dovrebbero avere più capitale per posizione. Se il trader non ha il capitale per la maggiore volatilità, deve indebitarsi. Un modo per ridurre l’effetto leva è ridurre le dimensioni della posizione o scambiare mini contratti invece di contratti standard.

Un altro modo per ridurre l’effetto leva è utilizzare gli spread sui futures. I trader coinvolti in un mercato instabile possono utilizzare gli spread sui futures per ridurre potenzialmente il rischio nella loro posizione. Possono uscire dalla diffusione nella loro posizione originale dopo che il fumo è stato eliminato. Infine, i trader possono anche ridurre il rischio e la leva finanziaria utilizzando le opzioni con la loro posizione futures o semplicemente utilizzando gli spread di opzioni, come uno spread call rialzista o uno spread put put.

Tutto sommato, la cosa più importante da togliere è che quando i mercati sono volatili, gli operatori devono ridurre la propria esposizione al rischio. Mentre la volatilità può fornire un potenziale di profitto straordinario, può anche comportare un rischio maggiore del normale. I trader devono gestire questo rischio pur essendo in grado di sfruttare i movimenti dei prezzi sul mercato. Riducendo la loro esposizione al rischio, i trader saranno in grado di rimanere in gioco e avere l’opportunità di andare dopo sostanziali variazioni di prezzo.

Recent Content

link to Trading su future su materie prime: tutte le negoziazioni sono operazioni a spread

Trading su future su materie prime: tutte le negoziazioni sono operazioni a spread

Ogni posizione che hai ricoperto in passato, attualmente detenuto o detenuto in futuro può essere vista come uno spread trade. Potresti dire a te stesso: “Negoggio solo oro, petrolio greggio o azioni, non negoziamo spread o non sono coinvolto in operazioni a coppie.” Ad esempio, quando acquisti petrolio greggio, sei a lungo un contratto futures […]
link to Copertura con future su materie prime: è tutto sulla gestione del rischio di prezzo!

Copertura con future su materie prime: è tutto sulla gestione del rischio di prezzo!

L’obiettivo della copertura è trasferire il rischio di prezzo da una parte all’altra. La copertura è stata utilizzata per centinaia di anni per aiutare i produttori e gli acquirenti a proteggersi dal rischio di prezzo. Grazie alla copertura, i produttori e gli utenti possono impostare i prezzi che riceveranno o pagheranno in un intervallo approssimativamente […]